La Stagione dei Pilot – 2011 [Parte 5]

Grimm

Grimm

Ormai Novembre sta per finire e sono passati già due mesi dal mio primo post sulla stagione dei pilot. In questi mesi ho cercato di recensire i nuovi pilot della stagione e credetemi certe volte non è stato facile (Last man standing. Ed è anche stato rinnovato.), ma finalmente siamo alla fine.
Almeno fino a Febbraio, quando poi cominceranno le mid-season.
Ma non preoccupatevi, non ho intenzione di lasciarvi soli fino a Febbraio. Sappiate infatti che sto già scrivendo due articoli nuovi. Contenti o contentissimi?
Ma sto anticipando troppo. Torniamo ai nostri pilot. Ne mancano tre ancora, quindi cominciamo

Grimm

Una serie televisiva che prende spunto dalle fabie dei fratelli Grimm. Il protagonista, Nick Burkhardt, è un poliziotto ed è anche un grimm, ha il potere infatti di vedere la vera faccia del male.

Com’è andata?

L’idea è interessante, ricorda un po’ Buffy se sostituite i vampiri con i malvagi delle favole dei fratelli Grimm, ma ho trovato il pilot poco sviluppato. Succede tutto molto in fretta, non si riesce quasi a seguire e non d’impatto sembra più un brutto procedurale che un buon telefilm sul supernaturale.
La serie comunque è stata già rinnovata e avrà una stagione completa.
Comunque non è carino che quest’anno la NBC e la ABC si copino a vicenda? Su NBC Playboy Club e Grimm, su ABC Pan Am e Once Upon a Time. Erano i due canali più in crisi, ma con i nuovi arrivi l’ABC s’è leggermente risollevata, mentre la NBC sta andando sempre più giù.

Giudizio finale

Mi sono fermata al pilot, perché non è esattamente il mio genere. Può darsi che andando avanti migliori.

Allen Gregory

Una serie animata per la Fox creata da Johan Hill. Le premesse non erano incoraggianti

Com’è andata?

Sarà che per me niente e nessuno può sorpassare Futurama (neanche i Simpson: sì, l’ho detto!), ma questa serie mi è sembrata una cavolata.
La storia gira intorno ad Allen Gregory (Johan Hill per l’appunto) che è figlio di una coppia gay e ha una sorella adottata che odia. Dopo aver passato tutta la sua vita (sette anni) a studiare a casa, i suoi genitori decidono di mandarlo a scuola.

Giudizio finale

Le critiche sono abbastanza feroci contro questa serie animata. Inoltre va in onda sulla Fox ed è stata creata da Johan Hill. Vedete un po’ voi.

I hate my teenage daughter

Due madri single alle prese con le loro viziatissime figlie adolescenti

Com’è andata?

Meglio di come mi aspettassi, ma questo non vuol dire molto, perché le mie aspettative erano veramente basse. Ci sono stati dei momenti divertenti e dei momenti che invece mi hanno fatto dire:”Dovrei ridere?”.

Giudizio finale

Non credo andrò avanti con il secondo episodio, ma lo terrò d’occhio. Se le critiche e gli ascolti saranno positivi potrei dargli una possibilità più avanti

Round-Up delle serie televisive

A questo punto possiamo fare una panoramica delle serie televisive e sui rinnovi, perché ormai i giochi sono stati fatti.

  • Ringer: Gli ascolti sono stazionari e a Ottobre la serie ha avuto il rinnovo per la stagione intera con 22 episodi. Che sopravviva per una seconda stagione è un altro discorso
  • Up All Night: Anche in questo caso la serie ha avuto l’ordine per una stagione completa per 24 episodi.
  • Free Agents: Serie cancellata dopo quattro episodi (peccato)
  • The Secret Circle: già ordinata la serie completa di 22 episodi
  • 2 Broke Girls: vi ricordate quando ne avevo parlato bene? Mi ero sbagliata. In ogni caso anche questa serie ha avuto l’ordine per una stagione completa.
  • The Playboy Club: cancellata al terzo episodio. Visti gli ascolti (e l’idiozia di certe storyline) non mi stupisce
  • Unforgettable: senza nessuna spiegazione razionale, questa serie televisiva sta andando bene ed è stata rinnovata per una stagione intera di 22 episodi
  • New Girl: senza sorprese, anche per la sitcom di Zooey Deschanel un ordine di 24 episodi
  • Revenge: un’altra serie che sta facendo ascolti altissimi, è già stata rinnovata per una stagione intera
  • Charlie’s Angels: alzi la mano chi pensava che questa fosse una buona idea. Serie cancellata al quarto episodio.
  • Whitney: ancora incerto il destino di Whitney che da gennaio si sposterà al mercoledì sera. Nel mentre io mi chiedo com’è possibile che gli ascolti di Whitney superino quelli di Parks & Recreation e di Community.
  • Prime Suspect: non ce l’ha fatta la serie di Maria Bello che a Gennaio sarà sostituita dal dramma “The Firm”. Peccato. Meritava.
  • Person of Interest: anche in questo caso niente sorprese, la serie ha avuto l’ordine per i canonici 22 episodi
  • A gifted man: rimane ancora incerto il destino della serie televisiva di Patrick Wilson (Ciao, infermiera!) (dieci punti a chi capisce la citazione), la CBS ha richiesto altri tre script, portando la serie a 16 episodi.
  • Pan Am: dopo una partenza roboante, Pan Am non è riuscito a mantenere gli ascolti, portando la ABC ad ordinare un solo episodio in più. Anche se non ci sono notizie ufficiali, Pan Am non compare nel programma Mid-Season della ABC, quindi si considera cancellato de facto. E questa notizia mi riempe di tristezza
  • Hart of Dixie: diventato il guilty pleasure dell’anno, il nuovo show di Rachel Bilson è stato rinnovato per una stagione intera.
  • Terra Nova: Ancora incerto il destino di questa serie televisiva. Visto gli alti costi di produzione e gli ascolti, buoni ma non eccelsi, fossi in voi non mi ci affezionerei troppo.
  • Suburgatory: la sitcom dell’anno (almeno secondo il mio parere) ha avuto la conferma a 22 episodi.
  • How to be a gentleman: Il disastro dell’anno. La sitcom del marito di Emily Deschanel è durata un episodio, prima di essere cancellata con ignominia. Restano sei episodi già girati, ma la CBS preferisce dimenticarseli.
  • Last Man Standing: come ho detto sopra è stato rinnovato. Inspiegabilmente ha ascolti piuttosto alti
  • Man Up: come per Pan Am, anche questa serie è scomparsa dal programma della mid-season, quindi viene considerato defacto cancelled. Stavolta però non c’è tristezza nel dire queste parole.
  • Once Upon a Time: ascolti favolosi e una buona storia hanno portato al rinnovo quasi immediato di questo nuovo telefilm che, a questo punto, si merita di essere considerato il successo della stagione

N.B. Questo post era originariamente pubblicato su TvZapper

Acrossnowhere

About Elisa Acrossnowhere

Sono nata nel 1986 e sono connessa ad internet dal 1999. Lavoro con il Web ma non è una semplice occupazione, è una vera e propria vocazione. Mi definisco una Factotum del Web-Marketing, in particolare mi occupo di SEO e Community Management.
Ero una nerd prima che fosse una cosa cool, porto gli occhiali perché sono miope e nel tempo libero mi piace leggere e scrivere.