[Recensione] True Love – BBC

N.B. Questo post era originariamente pubblicato su TvZapper

Una delle sorprese di questa sessione estiva è stata senza dubbio “True Love” della BBC che con solo cinque episodi ha provato a raccontare cos’è l’amore. L’amore vero che non significa per forza lieto fine, che può voler dire compromessi, che può essere un nuovo inizio, che può darti nuova forza e distruggerti al tempo stesso, che può anche essere sinonimo di tradimento.
La serie è stata firmata da Dominic Savage, ma ha una particolarità: True Love è quasi tutto improvvisato. Savage ha infatti firmato solo le storyline, ma i dialoghi sono stati creati sul momento dagli stessi attori della serie, creando battute semplici e silenzi impregnati di significato e incredibilmente reali.
A proposito di attori, True Love ha un cast incredibile, il meglio che il Regno Unito ci ha proposto in questi anni, tra cui ricordo David Tennant, Billie Piper, David Morrissey, Kaya Scodelario, Joanne Froggatt. Non male, vero?
“True Love” ha cinque episodi, tutti collegati tra di loro, ma ognuno a sé stante. Cercherò di parlarvene, ma senza entrare nel dettaglio, in modo che questa recensione possa essere per quanto possibile spoiler-free.

true-love-bbc

True Love – BBC

Episodio N.1 – Nick

Nick (David Tennant) è sposato con Ruth (Joanne Froggatt) e insieme hanno due figli. Ma il loro equilibrio viene spazzato via, quando dopo anni ricompare Serena (Vicky McClure), il primo e vero amore di Nick.
Questo primo episodio risulta debole, soprattutto quando si mette a confronto con gli altri quattro, ma la domanda a cui Dominic Savage cerca di rispondere è: cosa succede se incontri il tuo “true love” quando non sei ancora pronto, quando sei troppo giovane? Anche Dawson’s creek si basava sulle stesse premesse, ma in sei stagioni non è stato convincente come trenta minuti di True Love. Sì, lo so che non è dire molto, ma…

Episodio N.2 – Paul

Paul (Ashley Walters) è sposato con Michelle (Lacey Turner) e hanno un bambino piccolo. A differenza di Nick che pareva felice della sua vita famigliare, Paul è insoddisfatto e così anche Michelle anche se in maniera diversa. Per questo forse quando incontra Stella (Jaime Winstone), comincia con lei un qualcosa, che più che una storia d’amore sembra una fuga dalla realtà.
In questo episodio non ci sono personaggi con cui simpatizzare, ma nonostante questo si riesce a capire i sentimenti dei protagonisti, si riesce a percepire l’insoddisfazione di Paul e la fragilità di Michelle.

Episodio N.3 – Holly

NB: Per capire al meglio questo episodio è giusto fare una piccola premessa sul sistema scolastico inglese: gli studenti hanno l’obbligo scolastico fino ai 16 anni (Year 11) e hanno un esame finale chiamato GCSE. Una volta superato questo entrano al “College” per due anni e poi c’è l’Università (non bisogna confonderli, sono due cose diverse e molto differenti dal sistema scolastico americano).

Holly (Billie Piper) è un’insegnante di inglese di un gruppo di studenti dell’undicesimo anno (Year 11). Holly viene mostrato fragile, delusa e frustrata: in classe è totalmente succube dei suoi studenti, ha una relazione con David (Charlie Creed-Miles) che non porta da nessuna parte, perché lui è sposato e non intende lasciare la moglie, e vive a Margate, solo per stare vicina alla madre.
L’altra parte della storia è Karen (Kaya Scodelario), una delle studentesse di Holly. Questo episodio affronta diversi temi, forse un po’ troppi per essere solo un episodio di trenta minuti: dall’amore tra persone dello stesso sesso, e quello che ne consegue, alla differenza di età tra due persone che si amano.
L’episodio comunque, nonostante i limiti di tempi, è davvero molto bello. “True Love” è una serie in crescendo, l’episodio di Holly è il primo veramente solido.

Episodio N.4 – Sandra

Sandra (Jane Horrocks) è la moglie di David (già visto nel quarto episodio come amante di Holly) e l’episodio comincia con il saluto alla figlia all’università. Improvvisamente la vita di Sandra si fa più vuota, tra lei e il marito ormai manca qualcosa, anche se lei è all’oscuro del tradimento di David.
Un giorno incontra Ismail (Alexander Siddig) e la sua vita comincia a prendere di nuovo un senso e ricomincia a fare progetti, ad avere sogni.
Il finale non è per niente scontato. Tra i cinque episodi questo è stato decisamente il mio preferito.

Episodio N.5 – Adrian

Adrian (David Morrissey), divorziato, cerca il suo vero amore su internet, ma deve destreggiarsi con una relazione a distanza, con sua figlia Karen (già apparsa nel terzo episodio) e con Lorraine (Jo Woodcock), un’amica di Karen, che prova per lui un amore ossessivo e completamente a senso unico.
E True Love finisce con un lieto fine.

La Soundtrack di True Love

Punto di forza di questa serie è senza dubbio la musica. L’opening è “What the world needs now” di Dionne Warwick, che ritorna anche come ending.

Episodio N.1 – Nick

Soundtrack: Roberta Flack – The First Time Ever I Saw Your Face, Stevie Wonder – Blame it on the sun, Billie Holiday – I’m a fool to want You
Commenti: Un po’ di classico Jazz per l’episodio di David Tennant, canzoni che richiamano un tempo passato e che accompagnano benissimi gli avvenimenti sullo schermo

Episodio N.2 – Paul

Soundtrack: Melody Gardot – Your heart is Black as Night , Melody Gardot – Love me like a river does
Commenti: Blues dal sapore antico,ma Melody Gardot è una voce di oggi. “Your heart” si adatta bene alla prima parte dell’episodio, una canzone blues che seduce, mentre “Love me like a river does” è perfetta per la seconda parte dell’episodio, a voi scoprire il perché

Episodio N.3 – Holly

Soundtrack: Eva Cassidy – True Colors, Eva Cassidy – Time after Time
Commenti: Dolly Parton rivisitata da Eva Cassidy è perfetta per il ritmo di questo episodio, non è solo una questione di musica, ma anche di parole.

Episodio N.4 – Sandra

Soundtrack: Mumford & Sons – White Blank Page, Mumford & Sons – Awake my Soul
Commenti: In questo episodio il tema predominante è la riscoperta di sé stessi, le canzoni dei Mumford & Sons sono perfette

Episodio N.5 – Adrian

Soundtrack: George Michael – A different Corner, Phil Collins – You know what I mean
Commenti: Senza entrare troppo nei dettagli, per ridurre al minimo gli spoiler, posso dirvi che queste canzoni sono perfette a descrivere i sentimenti di Adrian durante l’episodio

Considerazioni finali

I primi due episodi sono di buon livello, ma non eccezionali. Il primo ha una storyline un po’ troppo forzata sotto molti aspetti, il secondo non ci fa simpatizzare con il suo protagonista (che si comporta da completo bastardo). Con il terzo episodio però True Love cambia registro e diventa un grande serie, un piccolo gioiellino estivo. Una serie che deve essere recuperata: in fondo sono solo cinque episodi da trenta minuti ciascuno, cosa volete che siano? 😉

Bonus – Ecco i collegamenti degli Episodi

Il primo episodio è collegato al secondo grazie a Michelle che appare per un breve momento come sorella di Serena.
Il terzo episodio è collegato al primo per la presenza di Lorraine, amica di Karen, che era apparsa per un paio di secondi, perché figlia di Nick e Ruth.
Il quarto episodio è collegato al terzo per la presenza di David, marito di Sandra e amante di Holly.
Il quinto episodio è collegato al terzo e al primo per la presenza di Karen e Lorraine.

[Non è complicato come sembra]

Acrossnowhere

About Elisa Acrossnowhere

Sono nata nel 1986 e sono connessa ad internet dal 1999. Lavoro con il Web ma non è una semplice occupazione, è una vera e propria vocazione. Mi definisco una Factotum del Web-Marketing, in particolare mi occupo di SEO e Community Management.
Ero una nerd prima che fosse una cosa cool, porto gli occhiali perché sono miope e nel tempo libero mi piace leggere e scrivere.