Una Guida ai Telefilm – Le nuove Serie 2012/2013

Allora tra i nuovi show di quest’anno c’è già qualcosa che vi ispira? State già facendo il toto-cancellazione per vedere chi per primo ci lascerà per sempre? C’è ancora tempo, perché non è ancora finita.  Si continua. E’ il momento della seconda parte di questa lunga, lunga lista.

Last Resort

Last Resort è un nuovo telefilm della ABC

Last Resort – ABC

Trama: La serie è ambietata sul più grande sottomarino nucleare della flotta americana. All’inizio della storia sembra tutto andare per il meglio, ma poi arriva uno strano ordine che il comandante del sottomarino si rifiuta di portare a termine, così il sottomarino viene attaccato dalla stessa flotta americana, dando così il via ad un intrigo nazionale.
Aspettative: Come per The Mob Doctor mi chiedo come una serie del genere possa reggere una stagione intera, perché ha la trama perfetta per un film, ma non per una serie.
Dal 27 settembre sull’ABC
Promo

Elementary

Elementary una nuova rivisitazione di Sherlock Holmes

Elementary – CBS

Trama: Elementary è una rivisitazione moderna di Sherlock Holmes e nonostante debba ancora cominciare ha già ricevuto messaggi di odio. Il motivo è uno solo: John Watson nella serie tv si chiama Joan ed è interpretata da Lucy Liu. Non solo questo è un motivo stupidissimo per odiare a prescindere la serie, ma ci mostra anche quanto sessismo esiste dentro al fandom e come nessuno lo riconosca come tale. Di reinterpretazioni di Sherlock ce ne sono state a milioni e quella di Moffat (il fandom che più odia Elementary è quello di Sherlock Holmes versione Moffat) non è assolutamente quello che più vicino al libro originale, quindi NON ROMPETE I MARONI. E per la cronaca Watson e Holmes non sono gay. Moffat li scrive ambigui in certe circostanze, perché sa che è quello che il fandom vuole, ma non sono gay e la cosa viene ripetuta più e più volte, quindi non dite che gli scrittori di Elementary usano Joan, invece di John, perché non hanno il fegato di creare una coppia gay, la coppia gay NON ESISTE.
Aspettative: A mille. Amerò questo show con tutta me stessa alla faccia di tutti gli haters.
Dal 27 settembre sulla CBS.
Promo

Made in Jersey

Made in Jersey nuovo telefilm della CBS

Made in Jersey – CBS

Trama: Martina Garretti è un avvocato del New Jersey alle prese con il lavoro nella grande mela e la sua classica e stereotipatissima famiglia italo-americana. Nessuno, nel grande studio legale dove lavora, crede veramente in lei, ma Marina riuscirà a sorprenderli tutti.
Aspettative: Potrebbe essere il guilty-pleasure dell’anno
Dal 28 settembre sulla CBS
Promo

666 Park Avenue

666 Park Avenue nuovo telefilm dai produttori di Pretty Little Liars e Gossip Girl

666 Park Avenue – ABC

Trama: Il titolo di questo telefilm ci può già far capire qualcosa. Si tratta infatti di un telefilm soprannaturale. Giovane coppia si trasferisce in un bellissimo stabile a Manhattan, i due sono i nuovi manager del palazzo. Ovviamente la casa, che è fantastica, ha solo un piccolo problema: è posseduta e anche i suoi inquilini sembrano lavorare per le forze del male. Tra gli attori della serie ritroviamo alcuni volti conosciuti come Dave Annable (Brothes & Sisters), Erik Palladino (E.R.), Vanessa Williams (Ugly Betty), Terry O’Quinn (John Locke di Lost).
La serie di David Wilcox è basata sul romanzo omonimo di Gabriella Pierce.
Aspettative: Questa serie nel promo fa un vanto di essere degli stessi produttori di Gossip Girl e Pretty Little Liars, di conseguenza le mie aspettative sono veramente bassissime. Personalmente poi non amo molto il soprannaturale/horror
Dal 30 settembre sulla ABC
Promo

Nashville

Nashville è un telefilm che andrà in onda nel 2012 sulla ABC

Nashville – ABC

Trama: Connie Britton interpreta Rayna James, star della musica country la cui popolarità sta cominciando a calare. Hayden Panettiere invece è Juliette Barnes, una nuova star in ascesa del country. La casa di produzione di Rayna e di Juliette vorrebbe che le due star collaborassero, ma le due cominciano subito un rapporto di competizione che porterà Rayna a lasciare i suoi prodottori e cercare di farcela da sola
Aspettative: La critica si è divisa su questo nuovo telefilm, c’è chi lo ama (Ausiello) e chi lo odia (Jace Lacob).
Dal 10 ottobre su ABC
Promo

Arrow

Arrow nuovo telefilm della CW ispirato al fumetto Green Arrow della DC Comics

Arrow – CW

Trama: Serie basata sui fumetti della DC Comics dedicati a Green Arrow. La storia comincia con il ritrovamento del milionario Oliver Queen su un’isola deserta, sette anni dopo la sua presunta morte. La vita sull’isola l’ha cambiato e quando ritorna alla civiltà decide di costruirsi una nuova idendità di supereroe. La serie è stata sviluppata da Andrew Kreisberg, Greg Berlanti e Marc Guggenheim.
Aspettative: Nonostante sia un prodotto CW, sembra che le critiche siano buone.
Dal 10 ottobre sulla CW
Promo

Chicago Fire

Chicago Fire è un nuovo telefilm della NBC

Chicago Fire – NBC

Trama: La serie segue la vita dei vigili del fuoco e dei paramedici di Chicago. Tra i protagonisti c’è Jesse Spencer (House M.D.). La serie è realmente ambientata a Chicago, il che è sempre un bene a mio avviso. La serie è prodotta da Dick Wolf, creatore di Law & Order
Aspettative: Sebbene ricordi molto da vicino Third Watch (Squadra Emergenza) c’è da sottolineare il fatto che questo tipo di serial di solito è qualcosa di sicuro per i network, perché fanno sempre presa sul pubblico.
Dal 10 ottobre sulla NBC
Promo

Beauty and The Beast

Beauty and the beast è la nuova versione del telefilm degli anni 80 La Bella e La Bestia

Beauty and the beast – CW

Trama: Il rifacimento moderno della serie degli anni ’80. La protagonista è Kristin Kreuk che ritorna alla CW dopo la sua esperienza con Smallville. Mi piace molto il plot-twist in cui lei, a cui uccidono la madre, diventa un poliziotto: mai successo (Crossing Jordan, Castle e in parte Bones). Tra i promo dell’anno scorso ho visto di peggio, ma comunque la bestia non sembra poi così bestia.
Aspettative: Nulle
Dall’11 ottobre sulla CW
Promo

Emily Owens, M.D.

Emily Owens, MD

Emily Owens, MD – CW

Trama: Avete presente la canzone “High School Never Ends” dei Bowling for Soup? Ecco, è la trama di questo show. Mamie Gummer (la figlia di Meryl Streep) interpreta Emily Owens, un medico al primo anno di tirocinio, che incontra tra i suoi compagni la sua nemesi dei tempi del liceo.
Aspettative: Sembra un po’ Grey’s Anatomy, ma un po’ più scanzonato. Non mi azzardo a dire niente, perché lo scorso anno non mi aspettavo niente da Hart of Dixie che invece mi ha sorpreso in positivo, quindi…
Dal 16 ottobre sulla CW
Promo

Mid-Season

  • Do No Harm – Una spiecie di Dottor Jeckyl/Mr. Hide
  • The Carrie Diaries – Le avventure di Carrie di Sex and The City da adolescente
  • How to live with your parents (for the rest of your life) – Dopo il divorzio Polly (Sarah Chalke) si trasferisce con la figlia di nuovo dai suoi
  • Family Tools – Un figlio imbranato deve mandare avanti l’azienda della famiglia
  • Mistresses – Un rifacimento di una serie tv inglese simile a Sex and The City
  • Red Widow
  • Zero Hour
  • Friend Me
  • Golden Boy
  • The Job
  • The Following
  • The Goodwin Games
  • 1600 Penn – Una serie ambientata alla casa bianca
  • Hannibal – Un prequel de “Il silenzio degli innocenti” (credo)
  • Infamous
  • Next Caller – Serie con Dane Cook come protagonista. Bleah.
  • Save me
Acrossnowhere

About Elisa Acrossnowhere

Sono nata nel 1986 e sono connessa ad internet dal 1999. Lavoro con il Web ma non è una semplice occupazione, è una vera e propria vocazione. Mi definisco una Factotum del Web-Marketing, in particolare mi occupo di SEO e Community Management.
Ero una nerd prima che fosse una cosa cool, porto gli occhiali perché sono miope e nel tempo libero mi piace leggere e scrivere.

  • Blowerdaughter

    ‘Elementary è una rivisitazione moderna di Sherlock Holmes e nonostante debba ancora cominciare ha già ricevuto messaggi di odio. Il motivo è uno solo: John Watson nella serie tv si chiama Joan ed è interpretata da Lucy Liu. Non solo questo è un motivo stupidissimo per odiare a prescindere la serie, ma ci mostra anche quanto sessismo esiste dentro al fandom e come nessuno lo riconosca come tale. Di reinterpretazioni di Sherlock ce ne sono state a milioni e quella di Moffat (il fandom che più odia Elementary è quello di Sherlock Holmes versione Moffat) non è assolutamente quello che più vicino al libro originale, quindi NON ROMPETE I MARONI. E per la cronaca Watson e Holmes non sono gay. Moffat li scrive ambigui in certe circostanze, perché sa che è quello che il fandom vuole, ma non sono gay e la cosa viene ripetuta più e più volte, quindi non dite che gli scrittori di Elementary usano Joan, invece di John, perché non hanno il fegato di creare una coppia gay, la coppia gay NON ESISTE.’

    Faccio parte del fandom Sherlock/Moffat come tu ben sai e l’idea di questa serie mi fa storgere il naso parecchio. Ma prima di essere parte di questo fandom, molto prima, viene il mio amore per Sherlock Holmes quello di Doyle che risale a quando ero una bambina e mi avevano regalato la collana per bambini della Mondadori ‘Le avventure di Sherlock Holmes’.
    Quindi no il mio storgere il naso non dipende dalla ‘coppia’ che per me una coppia non è nemmeno nella serie di Moffat, è un rapporto perfetto di amicizia, rispetto e collaborazione professionale (perchè deve esserci sempre una coppia???).
    La cosa che mi fa pensare che non mi piacerà è che in Elementary, Sherlock Holmes sarà americano, uhm per me Holmes è inglese e non riesco a immaginarlo diversamente.
    Ciò non significa che non lo guarderò e che magari non mi ricredo, infondo ho amato la mia verisone moderna, americana e medica di Sherlock Holmes (House, anche se l’attore inglese ha facilitato il trapasso ahahaha) e mi è piaciuto anche il Sherlock Holmes inglese ma interpretato da un americano di Robert Downey Jr quindi … staremmo a vedere.
    Secondo me hanno scelto anche due buoni interpreti, magari mi sapranno stupire. Ovviamente spero non ci sia del ‘romance’ perchè che siano due uomini, due donne, un uomo e una donna… Sherlock e Watson non sono una coppia ‘biblicamente’ intesa.

    Non fare di tutta un erba un fascio, tra noi Moffat-addicted ci sono parecchie sfumature…
    (adesso mi leggo anche ciò che riguarda gli altri drama)

    • Angel

      Non ho fatto di tutta l’erba un fascio, ho solo detto che il fandom che più ha mostrato un sentimento negativo verso Elementary è quello di Moffat e basta farsi un giro tra il tag Sherlock Holmes o Elementary su Tumblr perché questo si dimostri un fatto.
      E il problema per cui la serie è criticata è proprio perché c’è una Joan Watson invece di John. E le slasher (sia Team Moffat che Team Guy Ritchie) sono quelle più contrariate da questa scelta. E a me questo mi fa leggermente alterare, perché, come è stato fatto notare, in una vecchia rivisitazione Sherlock era un pomodoro. Nessuna indignazione o risentimento per questo?

      Elementary non deve piacere per forza a tutti , ma si potrebbe pure aspettare di guardare prima di lanciare giudizi e soprattutto evitando di insultare Lucy Liu.
      Quando Elementary è stato presentato, non era nella mia lista. Non mi interessava molto, anche perché Sherlock Holmes non è mai stata una mia passione (preferisco, come fan di anime, Detective Conan), ma dopo tutto quello che ho letto in questi mesi, mi sono sentita in dovere di diventarne la più grande fan, perché ho trovato ridicolo l’accanimento contro la serie per il semplice fatto che John è diventato Joan, perché è questo il motivo che ha risentito così tanti fan, diciamocelo chiaro.

      Il problema del fandom in generale, di cui io mi sento parte integrante e da cui al tempo stesso prendo le distanze, è che sono come fedeli religiosi: ci sono quelli normali e poi quelli invasati. Quelli invasati danno una brutta immagine di tutto il fandom, perché spesso hanno la voce grossa. Questo è uno di quei casi. E se ti fa storcere il naso mi dispiace, non era mia intenzione offenderti né paragonarti agli invasati, ma è altrettanto vero che è il tuo fandom a darti una cattiva impressione.

      Comunque di Elementary ho già visto il pilot ed è un buon procedurale, assomiglia a Castle e a Bones se vogliamo trovargli una somiglianza, solo che l’accento di Miller è fantastico e lui è figo di per sé e Lucy Liu è una donna fantastica e solo per tutto il vetriolo che si è presa in questi mesi merita che Elementary duri almeno 8 stagioni.

  • Blowerdaughter

    A me Lucy Liu piace, anzi m’è sempre piaciuta quindi non m’accanirei mai contro di lei, mi accanisco più sull’idea di marciare su un prodotto che al momento tira o sul fare sempre una versione americana delle serie inglesi, ma a parte che questo non è il caso e poi con The Office ha funzionat quindi chi può mai dirlo =) (anche se a The Office UK io voglio un bene speciale…poi ho mato di più quello US perchè son tanti anni e mille altre ragioni ma al marciume di quello inglese rimango attaccata come una cozza anche perchè fu il mio primo The Office ehehe).

    Ma io non mi sono sentita offesa dal tuo commento, solo che appunto volevo specificare che non è che a tutti non convince solo per la storia Watson XD Sherlock Holmes è inglese bho non riesco a guardare molto oltre. Poi come già detto lo vedrò (perchè cmq se di Mr Holmes si tratta lo guarderei cmq).

    Poi fandom/non fandom. Io non mi sento rappresentata, sia chiaro. Ma se ci si appassiona di una cosa alla fine in qualche modo se ne fa parte . Sicuramente non faccio parte di gruppi offensivi che denigrano attori, persone o prodotti senza conoscerli. Posso dire che così a sensazione non mi ispira, posso ridere sul fatto che lo guarderò almeno per criticarlo ehehe, posso dire di amare molto la versione di Sherlock di Moffat senza dovermi per forza giustificare, non è certo la più attinente a Doyle ma non è questo il mio metro di paragone.
    Tutto questo per dire che mi sento parte/non parte del fandom XD sono un po’ stanchina di sti tempi quindi mi spiego male pardon.

    Magari torniamo sull’argomento quando sono maggiormente lucida…. ehehe che poi a te non piacciono, anzi proprio non reggi, tutti gli autori che io amo, quindi ne avremmo da discutere LOL

  • Pingback: Il 2013 sui Social Media - AcrossNowhere()