Alta Fedeltà: AcrossNowhere Edition

Alta Fedeltà secondo AcrossNowhere

Alta Fedeltà secondo AcrossNowhere

Nick Hornby è uno dei miei scrittori preferiti e “Alta fedeltà” è uno dei libri che ho amato di più. Una delle cose più particolari di Alta Fedeltà sono le liste di Rob Fleming, il protagonista e narratore del libro, che ritornano spesso durante la storia e che ci permettono di conoscere al meglio ciò che Rob ama e che ritiene importante.
Ho deciso di utilizzare l’idea di Hornby per questo post un po’ più personale. Ho deciso di utilizzare alcune le liste alla Hornby per darvi un’idea della mia vita sul web. Ho citato tante persone con cui mi raffronto ogni giorno e che magari non conoscete.

Blog che trattano di Web-Marketing che seguo (versione internazionale)

  1. Social Media Examiner – Uno dei migliori blog in assoluto dedicato esclusivamente al web-marketing
  2. FastCompany – Ottimo per essere sempre aggiornati sulle ultime novità.
  3. The Next Web – Ottimi articoli pieni di insight
  4. TechCruch – E’ utile soprattutto per i post su nuovi software e hardware
  5. WebDistortion – Uno dei primi blog sul web-marketing che ho scoperto

Blog che trattano di Web-Marketing che seguo (versione italiana)

  1. Web in Fermento – Gli articoli di WiF su Social e SEO sono davvero ottimi: lunghi e dettagliati, possono aggiustarti la giornata
  2. Merlinox – Se si parla di SEO in Italia, il blog di Merlinox è il migliore (e il signor Mares è disponibilissimo)
  3. Tutto su Youtube – Ottimo blog per poter stare in aggiornamento con i continui cambiamenti di Youtube e per sfruttarlo al meglio (e la signora Covone è disponibilissima)
  4. Julius Design – Il blog di Julius è pieno zeppo di informazioni a 360°
  5. Web House – Blog multi-autore, la qualità è elevatissima

Blog che sono davvero per intenditori Geek

  1. DailyDot – Per essere sempre in aggiornamento sul web (dal fandom agli Anonymous)
  2. The Mary Sue – Il mondo Geek/Nerd visto dalle donne in positivo e in negativo
  3. GeekOSystem – La guida Geek al Tech e alla cultura del web
  4. Pulse – Recensioni e news sul tech
  5. MangaTherapy – Dove i manga e psicologia si incontrano

Blog italiani che mi piace seguire per motivi differenti

  1. Buzzes – Enrico Giubertoni è stato il mio professore (e io sono chiaramente la sua alunna preferita)
  2. Il blog di Paolo Ratto – Ottimi articoli di approfondimento, Paolo fa partire riflessioni
  3. Estrogeni – Perché sostanzialmente mi piace discutere con Alessandro, ma anche perché gli articoli sono interessanti
  4. GeekTrends – Non gli è tanto piaciuto Hunger Games però si può perdonare
  5. Serialmente – Il blog italiano migliore quando si parla di serie tv

Comics Blog

  1. Eriadan – Lo seguo dagli inizi, tipo che quando l’ho iniziato a seguire era ancora fidanzato (e ora è sposato con due figlie)
  2. The DogHouse– Una delle cose più divertenti del web
  3. XKCD
  4. Hark, a vagrant
  5. E poi c’è il mio amico Andrea Meloni che disegna e che sta su DeviantArt

I miei canali Youtube preferiti

  1. Eldad Hagar – Avvertenze: lacrime. Eldad collabora con Hope for Pawns e recupera cani abbandonati e che spesso sono in pessime condizioni
  2. Off the Great Wall – Per imparare qualcosa di più sulla cultura cinese
  3. Vlogbrothers – Il canale che si dividono i fratelli Green, John e Hank, che hanno centinaia di canali paralleli.
  4. Scottecs – Non ha bisogno di presentazioni, vero?
  5. Conversation with my two years old

I migliori posti sul web per procrastinare

  1. Tumblr
  2. Buzzfeed – Video e liste che in realtà sono pura droga
  3. Wikipedia – Entrate cercando qualcosa, due ore dopo vi siete dimenticati perché ci eravate entrati, in compenso è sempre bene sapere le origini della catapulta
  4. Le dieci
  5. Reddit – Datemi retta: non installate l’app di Reddit sul vostro smartphone

Gente italiana che merita di essere seguita su Twitter

  1. Francesco anche detto Chinaski83
  2. Il Seo Jedi per il suo approccio alla materia SEO in modo differente
  3. Edda l’addolorata e Mick Foley per discutere di telefilm
  4. Angie Hanami anche se rosico perché lei è a New York e io no (seguitela anche su Instagram)
  5. Impbianco e Fabio perché sono un po’ nerd

Gente del mondo che merita di essere seguita su Twitter

  1. Sodaflux perché ama il web libero e perché è una persona squisita (Ehi! You’re a wonderful person! And you love the free web. So you’re awesome)
  2. Ken Itagaki arriva direttamente dal Giappone e parla inglese, italiano e anche francese se non sbaglio. Seguitelo!
  3. Alice perché è una geek woman come me
  4. Jacopo perché un giorno faremo deltaplano (o forse parapendio) insieme, ma non paracadutismo. Al paracadutismo dico no.
  5. Maury Crox perché è la prova evidente che i nerd e i geek adesso si riproducono

Pagine Facebook che hanno un loro perché

  1. Street’n’Sweet – Usano un sacco di nutella
  2. Edmund Optics – E’ un’azienda B2B che fa i video natalizi con gli Zombie. Dico solo questo
  3. Laureata Svendesi – E’ la pagina di una mia amica
  4. Subsfactory – Perché Subsfactory è il meglio!
  5. I love green – La pagina per rimanere sempre in contatto con le ultime trovate di marketing in giro per il web

The Internet Projects I love

  1. PostSecrets
  2. Humans of New York
  3. Amy Poehler’s Smart Girls – C’è Amy Poehler e ci sono tante altre cose che fanno di questo canale uno dei migliori di Youtube in assoluto. E’ così ben fatto che si possono persino leggere i commenti ai video (di solito non è una buona idea)

Nuovi su Tumblr? Seguite questi tizi qui!

  1. Slaughterhouse 90210
  2. NatGeoFoundLife Magazine
  3. Toilets of New York
  4. Nightly Voice
  5. Nipresa

I miei Subsreddit preferiti

  1. AskReddit
  2. ASMR
  3. The Last Airbender
  4. Where People Care
  5. Wallpapers

Le migliori Playlist di Tunigo su Spotify

  1. Small Town, Big Town
  2. Classic Road Trip Songs
  3. Morning Commute
  4. Your favorite coffeehouse
  5. Morning Commute
Liste!

Liste!

Quando ho iniziato a scrivere questo post non pensavo che limitarsi a cinque posizioni fosse così difficile. Ci sono tante persone che ho dovuto escludere e ho cercato di barare in un paio di occasioni (volevo evitare gli ex-equo), ma purtroppo non c’è stato posto per tutto e questo mi dispiace moltissimo. Devo dire che però questa cosa delle liste mi è piaciuta. Mi è piaciuta tanto. E quindi ho continuato…

I migliori telefilm di sempre secondo mio insindacabile giudizio

  1. Friday Night Lights
  2. Buffy, the vampire Slayer
  3. Freaks and Geeks/My So-Called Life
  4. Once and Again
  5. E.R.

Cose di cui non posso fare a meno

  1. Il mio iPhone: ci sono i miei amici, la mia musica, i miei libri, i miei passatempi
  2. Vladimiro – è il peluches che mio zio mi ha regalato per il mio primo Natale nel 1986
  3. Il Diario – Per me è fondamentale avere un diario, non riesco a farne a meno
  4. Quaderni a spirale e una penna nera della bic
  5. How I met your mother che mi ha aiutato a superare delle cose che non credevo fossero superabili

I migliori manga di sempre secondo mio insidacabile giudizio

  1. Nana (e comunque tutti quelli firmati da Ai Yazawa)
  2. Kimagure Orange Road (E’ quasi magia Johnny)
  3. Sailor Moon
  4. Kodomo No Omocha (Rossana)
  5. Tutti quelli di Hojo tranne Angel’s Heart. Angel’s Heart non esiste

I migliori anime che mi hanno provocato reazioni

  1. Evangelion – E’ l’anime per eccellenza. Ha provocato grosse reazioni. Di odio principalmente.
  2. Cowboy Bebop
  3. Dragon Ball – Il filler “Festa a casa di Bulma” è il miglior filler di sempre (ma GT non esiste)
  4. K-ON
  5. Slam Dunk

Il mio stile

  1. Converse: ne ho sette paia
  2. T-Shirt: colorate, con messaggi ironiche, nerd… ne ho decine
  3. Jeans
  4. Camicie in tutti i modi: camicie aperte con la tshirt che sotto, camicia e cravatta, camicia elegante con cardigan/maglioncino molto prep school
  5. Roba che è a quadretti

Libri preferiti di tutti i tempi

  1. Il buio oltre la siepe – Harper Lee
  2. La ragazza delle arance – Joestin Gaarder
  3. La Signora Canta il Blues – Billie Holiday
  4. Un albero cresce a Brooklyn – Betty Smith
  5. La banda dei brocchi – Jonathan Coe

Uomini che non vivono dove vivo io, da quello che so, ma che sarebbero benvenute qualora volessero traslocare

  1. Matt Czuchry in Gilmore Girls ma anche in The Good Wife. Ma anche qualsiasi versione di Matt tranne I hope they serve beer in hell
  2. Michael J. Fox in Back to the future
  3. James Dean in Rebel without a cause
  4. Colin Firth in Pride and Prejudice (ma anche in Bridget Jones)
  5. Mark Paul Gosselaar in Saved by the bell (cioè Bayside School)

Lavori da sogno

  1. Scrittrice e voce generazionale
  2. Vocalist/Chitarrista di una band
  3. Blogger/Critica televisiva
  4. Regista
  5. Viaggiatrice

Musica che voglio sia messa al mio funerale

  1. I lived dei One Republic
  2. Defying Gravity della colonna sonora di Wicked
  3. Better Days dei Goo Goo Dolls
  4. Se Tornerai degli 883
  5. Witch Doctor dei Cartoons tanto per non smentire l’animo da cazzara

Attività più accattivanti da bambino

  1. Giocare con le macchinine sul terrazzino della cucina
  2. Stare a guardare il cielo azzurro d’estate sdraiata a terra
  3. La bicicletta e il pallone da calcio
  4. Il registratore della Fisher Price e i pomeriggi a scuola con Daiana e Alice
  5. La televisione: Solletico, Ranma 1/2, Bayside School, Xena, Biker Mice da Marte, The Lion Trophy Show
That's all folks!

That’s all folks!

Acrossnowhere

About Elisa Acrossnowhere

Sono nata nel 1986 e sono connessa ad internet dal 1999. Lavoro con il Web ma non è una semplice occupazione, è una vera e propria vocazione. Mi definisco una Factotum del Web-Marketing, in particolare mi occupo di SEO e Community Management. Ero una nerd prima che fosse una cosa cool, porto gli occhiali perché sono miope e nel tempo libero mi piace leggere e scrivere.

  • Kiarup

    Ci sarebbe tanto da commentare ma mi limiterò a poche categorie:
    1) i libri: ne ho letti e amati 4 dei 5, non conosco solo il terzo. Dei 4 letti forse la ragazza delle arance mi è piaciuto meno, ma l’ho comunque molto apprezzato.

    2) i manga: ho letto e amato (quasi) 4 su 5 serie: mai letto nulla di Hojo, ma gli altri mi piacciono molto (In realtà di sailor moon avevo letto la prima, scrausissima, edizione, quella nuova l’ho solo cominciata, ma prima o poi proseguo). Orange Road è stato il primo manga che ho comprato una volta scoperta l’esistenza delle fumetterie. Il primo insieme a “Rough” di Adachi (mio preferito di sempre). Prima della scoperta delle fumetterie leggevo solo, trovati in edicola, “Amici” e “Touch”.

    3) i telefilm. Approvo e condivido in pieno Friday Night Lights. Ho seguito e mi piaceva tantissimo anche buona parte di Buffy, poi hanno iniziato a mandarlo in onda in giorni e orari a caso e ho perso il filo. Ho seguito svariate stagioni di Er, ma le altre serie mi sono ignote 😛

    Ciaooooooo!

    Chiara

    • Acrossnowhere

      1) Billie Holiday è la signora del Jazz, ha scritto e interpretato canzoni spettacolari. Se ti capita ti consiglio di ascoltarla. “La signora canta il blues” è la sua autobiografia. La sua vita non è stata facile ed è interessante leggere le sue parole che sono piuttosto spiccie. Non è un libro facile a trovarsi (l’ho dovuto ordinare), ma lo consiglio davvero, specialmente se ti interessa il periodo storico degli anni 40/50 e sulla condizione dei neri d’america (una delle sue canzoni più famose è “Strange Fruit” che parla dei neri che venivano impiccati agli alberi nel sud degli Stati Uniti).

      2) Orange Road è stato uno dei miei primi manga in assoluto. Di Hojo ho letto quasi tutto. Adesso sto leggendo Occhi di Gatto e ho appena finito City Hunter, quindi se vuoi recuperare qualcosa queste due serie le trovi abbastanza facilmente.

      3) Abbiamo avuto tutti gli stessi problemi con Buffy. Ti consiglio di recuperarlo per bene in inglese, perché l’edizione italiana fece un casino assurdo. Cambia totalmente in inglese.

      🙂

      • Kiarup

        Con le biografie non vado troppo d’accordo, comunque ci penserò! Per quanto riguarda Buffy devo dire che mi piacerebbe moltissimo, ma non è una serie rapida da recuperare e proprio non ho tempo in questo periodo 😐

  • EraniaPinnera

    Mi hai fatto entrare in un tremendo vortice che adesso non posso più smettere. Sia di dire “Anche a meeeeee” (o anche ioooo) e di avere voglia di fare le mie liste, che sarebbero infinite.
    Ecco, ho impegnato il mio pomeriggio.
    Miglior post degli ultimi sei mesi, e anche tra i più utili.
    😉

    • Acrossnowhere

      Grazie mille! Ora mi imbarazzo! Il post in sé non mi ha impiegato tanto, in un’oretta ero pronta per andare online. E’ stato difficile scegliere. Solo 5 posizioni sono pochissime :/

      • EraniaPinnera

        Verissimo, 5 sono poche! Però se fossero di più si perderebbe il “quid” della sintesi e quindi il focus del lettore. 5 è il numero magico, lo diceva anche Max Weber, quindi amen.

  • Fran

    Ti sei guadagnata la mia stima imperitura inserendo Colin Firth ed il suo Mr Darcy, la mia idea di perfezione.
    Ho adorato “La casa del sonno” di Coe, adesso sono curiosa di leggere La banda dei brocchi.
    Fra un paio d’anni, nella lista di serie tv, ci sarà anche The Good Wife, ne sono sicura 🙂
    Grazie per avermi inclusi tra i twitteri 🙂

    • Acrossnowhere

      Colin Firth è sempre perfetto. Pensa che nel film Genova ha recitato nell’ufficio di mio padre e io non lo sapevo. E’ stato terribile scoprirlo.

      “La banda dei brocchi” ha anche un sequel che è “Circolo chiuso”. Ho letto quasi tutti i libri che hanno pubblicato di Coe. Mi piace come scrive le donne, mi piace come scrive di politica, mi piace anche perché è un po’ nostalgico.
      Eh sì, The Good Wife volevo già inserirlo, ma poi ho deciso di andare sui telefilm conclusi. Ci sarebbe anche Parenthood che meriterebbe una menzione…

      • Kiarup

        Io ho visto Colin Firth un paio d’anni fa al teatro come spettatore, ma l’ho visto a mezzo metro di distanza prima, durante e dopo lo spettacolo. Sul palco tra l’altro c’era mia sorella e lui era amico di uno degli attori della compagnia, così poi lei se lo è ritrovata pure a cena e non riusciva a spiccicare parola 😀 Subito dopo lo spettacolo io e mia mamma eravamo fuori dal teatro in tale stato di contemplazione che mio padre se ne è tornato a casa per conto suo e ci ha lasciato lì.

  • Ed è vero e confermo che sei la mia allieva blogger preferita 🙂