Mobile, Responsive o App?

Siamo nel 2014, gran parte degli italiani è dotata di smartphone, tutti quelli che si occupano di web continuano a dire “pensate al mobile” come un mantra purificatore, ma alcune aziende fanno ancora fatica a capirne l’importanza. Spesso navigo con il mio iPhone su siti non ottimizzati da mobile o che sono fatti maluccio. In particolare vorrei citarvi come esempio calzante la versione mobile del sito di Mediaworld online: mi sembra di incontrare il male di vivere ogni volta che devo visitarlo per qualche motivo. Il mio amico Roberto invece parla dell’esperienza con Eataly che è tutt’altro che esaltante. Questo è per farvi capire che i problemi con il mobile li hanno anche grandi realtà commerciali.
Il mobile è importante. Questo ormai è un dato di fatto. Chi ha un sito, quindi, dovrebbe aver già pensato ad una qualche strategia mobile. In caso contrario sono qui per darvi alcuni consigli.
Per il mobile ci sono alcune opzioni diverse. Cerchiamo di capire qualcosa di più per fare una scelta consapevole.

sito per smartphone

Ancora indecisi sul sito mobile?

Versione Mobile

Avere una versione mobile è una soluzione semplice e immediata. Chi visualizza un sito che ha una versione mobile si ritrova davanti un sito con una grafica più semplice e leggera e che si adatta allo schermo dello smartphone. E’ una buona soluzione per chi ha già un sito online che è stato fatto di recente e non può o non vuole rifarlo da capo. Il problema di avere solo una versione mobile, significa che i tablet vengono tagliati fuori. Il sito web di per sé si può visualizzare da Tablet, anche se non è il meglio.

Sito Responsive

La cosa bella di un sito responsive è che la struttura e la grafica del sito si adatta sui diversi schermi, quindi ha sempre la migliore visualizzazione possibile su qualsiasi dispositivo e qualsiasi risoluzione. Per me al momento è la soluzione migliore per chi vuole fare un sito nuovo o chi ha bisogno di fare un restyling. La tecnologia responsive è disponibile anche per ecommerce. Ovviamente ogni sito che è pensato per essere responsive deve essere studiato appositamente per la sue funzione. Non è semplice farlo funzionare al meglio senza averlo progettato come si deve.
P.S. Il mio sito è un sito responsive!

App

Alcuni siti web decidono di portare la versione mobile ad un livello successivo e offrono applicazioni per iOS e per Android create appositamente allo scopo. E’ una bella cosa se avete i mezzi, ma dovete ricordare che un app non sostituisce il bisogno di una versione mobile di un sito, perché il visitatore occasionale non si scaricherà l’app e poi in Italia tenete conto che c’è tanta gente che usa Windows Phone e quindi se si fa l’app non si ci può mica dimenticare di loro (secondo le ultime statistiche sono più gli utenti che usano il Windows Phone che non quelli con gli iPhone, quindi…). In generale le APP, visto il costo per lo sviluppo, sono indicate soprattutto per chi ha siti di ecommerce di un certo livello o magazine/quotidiani, ma ho visto anche strutture alberghiere che hanno deciso di usare questa soluzione.
Quindi APP sì, ma va comunque abbinata ad un sito mobile o responsive.

Per finire…

Per me nulla batte il sito responsive, ma l’importante oggi è avere una soluzione per gli utenti che arrivano al vostro sito tramite smartphone. Inoltre vi consiglio di leggere questo articolo di Web In Fermento sulla questione che è molto più articolato e approfondito.

Fonte Foto

Acrossnowhere

About Elisa Acrossnowhere

Sono nata nel 1986 e sono connessa ad internet dal 1999. Lavoro con il Web ma non è una semplice occupazione, è una vera e propria vocazione. Mi definisco una Factotum del Web-Marketing, in particolare mi occupo di SEO e Community Management. Ero una nerd prima che fosse una cosa cool, porto gli occhiali perché sono miope e nel tempo libero mi piace leggere e scrivere.