L’unica cosa certa è che non si finisce mai di imparare

Ovunque vada con me porto un quaderno a spirale per scrivere appunti, idee, reminder. Senza il mio quaderno sarei in seria difficoltà. E’ LO strumento di lavoro per me. Ultimamente lo uso soprattutto per segnarmi le cose da studiare. Nella vita non si finisce mai di imparare, ma se nel mio settore non studi e non ti aggiorni sei tagliato fuori. Ogni giorno esce qualcosa di nuovo, che sia un software o un algoritmo poco importa, bisogna sapere. Volevo fare un post per farvi capire cosa dovrò studiare nei prossimi giorni.

Di Facebook

Non si riesce a stare dietro a Mark Zuckerberg, cento ne pensa e mille ne fa. In particolare io sono colpevolmente rimasta indietro sull’argomento. Devo cominciare di nuovo dalle basi e nel mio caso dal Business Manager, quella cosa che ho cercato di evitare per mesi.
Il business manager sarà il mio punto di partenza, ma poi ho già un’altra lista di argomenti da approfondire: Instat Articles (collegando la cosa a WordPress), Canva, Slideshow e Live. A parte il Live che ho già avuto modo di provare più di una volta (mi piace molto), il resto è stato studiato solo in teoria e questa è una cosa importante… la teoria non basta. E’ il momento di sperimentare e provare.

A proposito di Live, ho deciso che farò la mia prima live dal mio profilo Facebook martedì 31 Maggio dalle 14.30 alle 15 circa. Non siete contentissimi di questa cosa?

Di Google

Google ha presentato Spaces, ma è soprattutto AMP che devo provare e devo farlo in fretta, perché ho già visto che da Mobile vengono segnalate le pagine che sfruttano questa tecnologia. Per quanto riguarda invece Google Spaces lo sto provando, ma mi sembra un incrocio tra un canale di Telegram e un gruppo di Facebook, insomma niente di nuovo per dirla tutta.

Di SEO

Ricerca mobile, keywords sempre più intelligenti, poi ASO e Social Search… La SEO del futuro è già qui, l’avevo scritto qualche tempo fa. La SEO è una di quelle cose che non si smette mai di imparare. Più vado avanti, più lavoro su diversi progetti, più mi rendo conto che per ogni cosa che imparo c’è sempre qualcosa che mi sorprende. Il mio scopo è studiare un po’ più la parte più tecnica della SEO, perché è quella che al momento vedo alla base dell’ASO e della Social Search.

Degli altri

Snapchat e Telegram sono le ossessioni del momento. Come scrivevo nel post su Tumblr ci vuole una strategia per usarli al meglio e per usare al meglio i social è bene conoscerli e io non credo di sapere davvero usare questi due social. Inoltre c’è Twitter, Instagram che aggiorna l’algoritmo e poi c’è Pinterest e ho sempre Youtube nei miei pensieri che prima o poi…

Edit del 24/5 – Mi dimenticavo la newsletter! E’ ora che impari ad usare al meglio le newsletter: conosco bene il loro potenziale eppure ho dei grossi limiti.

Di nuovi software, di app e di bot

Sto utilizzando una nuova app che si chiama Dysh: è una specie di instagram del cibo. La adoro. Sono una delle poche persone in Italia ad usarla (forse l’unica). Recentemente ho cominciato a usare Slack, oltre a WhatsApp e Telegram, e quindi adesso sto provando Franz, un software che dovrebbe raccogliere tutti i servizi di messaggistica insieme.
E poi ci sono i bot che stanno spopolando ovunque… Insomma, non si riposa mai.

Prima di lasciarvi vorrei anche comunicarvi che giovedì 26 alle 18 sarò, insieme a Discovery Genova, all’Open Talk al Mercato di Carmine di Genova dove si parlerà di Wifi e Turismo. Ci vediamo lì?

Acrossnowhere

About Elisa Acrossnowhere

Sono nata nel 1986 e sono connessa ad internet dal 1999. Lavoro con il Web ma non è una semplice occupazione, è una vera e propria vocazione. Mi definisco una Factotum del Web-Marketing, in particolare mi occupo di SEO e Community Management. Ero una nerd prima che fosse una cosa cool, porto gli occhiali perché sono miope e nel tempo libero mi piace leggere e scrivere.